Modalità di riscaldamento: differenze, vantaggi e svantaggi

Come riscaldo la mia casa? Una domanda che in tempo di crisi, bollette salate e costi esorbitanti è normale e consueto porsi.

Conviene affidarsi alle nuove fonti di energia per il riscaldamento dei propri edifici e dell’acqua sanitaria, o è ancora preferibile affidarsi alle tradizionali fonti di energia non rinnovabili che, ancora per la maggior parte di noi, costituiscono il mezzo privilegiato di generazione del calore?

Dare una risposta semplice ad una domanda tutt’altro che scontata non sarebbe utile, anzi rischierebbe di affrontare l’argomento con superficialità.

Cerchiamo di vedere, allora, quali sono le attuali modalità di riscaldamento, analizzandone pro e contro.

Gasolio

Il gasolio resta ancora oggi una delle fonti largamente usate in tutta Italia per il riscaldamento di edifici privati e pubblici, in modo particolare nelle zone più periferiche dove ancora non è stato garantito l’allaccio alla rete del metano (visto da molti come il naturale erede proprio del petrolio). Certo il gasolio fornisce ampie garanzie sotto il profilo del rendimento ma a questo si uniscono due pecche da tenere d’occhio: in primis il costo in costante ascesa (in proporzione alla sempre maggiore scarsità della risorsa al livello globale) ed in seconda battuta la certezza di essere una risorsa inquinante.

Metano

Il metano è la risorsa che va per la maggiore in questo periodo. Alti rendimenti di prestazione e costi ragionevoli (circa il 40% in meno rispetto al gasolio).

Sebbene si tratti ancora, anche in questo caso, di una risorsa non rinnovabile, sono molte le famiglie che hanno scelto di affidarsi a questo modello di riscaldamento.

Camini, termocamini e termostufe a legna

La legna resta, a dispetto degli anni, uno dei principali mezzi per il riscaldamento dell’uomo e non c’è dubbio che, rispetto al giorno in cui un fulmine incendiò per sbaglio un albero, di strada ne abbiamo fatta.

Oggi termocamini e termostufe possono essere facilmente collegati all’impianto di riscaldamento e dell’acqua, con costi d’istallazione relativamente bassi ed un risparmio rispetto al gasolio (preso a punto di riferimento per il costo medio) di circa il 55%, con rendimenti che possono arrivare, a seconda dei prodotti, anche all’80%.

Certamente si tratta di impianti che richiedono maggiore manutenzione e costante pulizia rispetto ai precedenti, ma con camere di combustione e canne fumarie sempre più evolute, il problema sembra persistere sempre meno.

Stufe e caldaie a pellet

Anche il pellet è una materiale molto utilizzato, perché facile da reperire e a costi contenuti. Le stufe e gli impianti a pellet possono far risparmiare tra il 35 e il 40% rispetto al gasolio.
Pro e contro sono simili a quelli degli impianti a legna: costi di installazione relativamente bassi e manutenzione ordinaria richiesta.

Solare termico

Il risparmio più consistente si ha, senza ombra di dubbio con il solare termico. Una volta installato l’impianto, tutto ciò che viene prodotto grazie all’energia solare è immediatamente sfruttabile per il proprio impianto di riscaldamento.

Tutte queste modalità di riscaldamento tuttavia, ad eccezione di metano e gasolio, non sono sufficienti di per sé, almeno nella maggior parte dei casi, a soddisfare la totalità del fabbisogno di un’abitazione. È dunque necessario prevedere la realizzazione di almeno due tipologie diverse di essi per poter garantire il pieno funzionamento sia dell’impianto di riscaldamento, sia dell’acqua calda sanitaria.

Una soluzione in questo senso l’hanno introdotta gli impianti minigeotermici o a pompa di calore geotermica che garantiscono una temperatura ideale sia d’inverno che d’estate.

Per chi avesse la possibilità di investire in questa risorsa, si tratterebbe senza dubbio di un’alternativa valida, sebbene i costi di installazione siano comunque generalmente un po’ più alti rispetto agli altri modelli di riscaldamento.

Pietro Mantovani

Appassionato di web marketing e computer music, ho effettuato i miei studi presso l’Università di Reggio Emilia, Corso di Laurea in Marketing e Comunicazione d’Impresa. Per PreventivoFacile mi occupo di Project Management per lo sviluppo di nuovi progetti digitali. Sono inoltre moderatore delle sezioni e-commerce e Adwords del GT Forum. Scrivo articoli dedicati a prodotti e marchi interessanti.

Segui Pietro Mantovani su Google+
Leggi altri articoli di Pietro Mantovani

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Vota:

Devi installare un impianto di riscaldamento?


Ricevi fino a 5 preventivi GRATIS

Hai un'azienda?
Registrati ora per trovare nuovi clienti

GRATIS e senza impegno

Ultimi preventivi richiesti

Potrebbero interessarti anche: