La Rubrica del pavimento: la maiolica

Vogliamo concludere la nostra Rubrica del pavimento parlandovi di un rivestimento del tutto particolare che appartiene alla famiglia delle ceramiche: la maiolica. Si tratta di un tipo particolare di prodotto ceramico smaltato il cui nome deriva da quello dell’Isola di Maiorca, centro di commercio importante durante il medioevo di questo materiale. All’estero è conosciuta anche con il nome "faïence", dovuto alla città di Faenza che per secoli ne fu uno dei maggiori produttori.

Non tutte le ceramiche in terracotta smaltate sono maiolica: infatti possiamo definire come   piastrella in maiolica solo quella prodotta seguendo una procedura ben precisa. Tre sono i passaggi fondamentali che caratterizzano questo metodo decorativo: dopo una  prima cottura a temperature di 850-900° si crea il c.d “biscotto”  sul quale è importante applicare uno smalto stannifero (a base di silicato alcalino, ossido di piombo e ossido di stagno) che crea una base bianca per la futura decorazione a mano, con l’aerografo o con decalcomanie ed infine viene applicato un sottile velo di vetrina (una sorta di vernice) e sottoposto ad una seconda cottura di poco inferiore rispetto a quella alla quale è stata condotta la biscottatura: in questo modo  lo smalto si fissa e incorpora la decorazione, mentre la vetrina forma un velo vetroso, brillante e lucente rendendo il tutto impermeabile.

Per quel che riguarda l’uso della maiolica come rivestimento per pavimenti dobbiamo ammettere che è abbastanza limitato: si tratta di un prodotto di nicchia e come tale incontra il gusto di pochi e vista la particolare procedura di produzione e decorazione di ogni pezzo, anche il costo sarà decisamente elevato.

Come pavimentazione, la maiolica si presta bene per ambienti tradizionali ed antichi dove si vuole mettere in risalto determinate rifiniture o particolari elementi di arredo. Principalmente negli ambienti domestici trova facile impiego per rivestire bagni e cucina, non solo a livello di pavimentazione, ma anche e soprattutto a livello di rivestimenti murari.

Potete sbizzarrirvi nella scelta delle forme, da quella quadrata, rettangolare all’esagonale e nella scelta delle possibili decorazioni: quelle più comuni riprendono motivi geometrici, floreali o comunque motivi naturali.

Potreste anche pensare di rivestire solo una parte del pavimento con la maiolica per creare un disegno del tutto particolare e ricoprire il resto della stanza con un altro materiale, come ad esempio il cotto o il gres porcellanato.

Quanto alla pulizia cercate di adoperare prodotti specifici per la maiolica o comunque per la ceramica oppure una soluzione fai da te di acqua e aceto. L’importante è utilizzare un panno morbido e ben strizzato e successivamente con un panno asciutto procedere all’asciugatura.

Serena Brini

Amo viaggiare in posti poco conosciuti, andare al mare la mattina presto ed arredare la mia casa con oggetti provenienti da diverse parti del mondo. Appassionata da sempre di web e social media marketing, adoro tutto ciò che riguarda la creatività. PreventivoFacile mi ha permesso di unire le mie grandi passioni, l’amore per la scrittura e la possibilità di diffondere i contenuti attraverso la rete. All’interno di questo blog vi darò tantissime idee creative, spunti interessanti e pratici consigli per vivere al meglio e rendere sempre più bella e confortevole la vostra casa!

Segui Serena Brini su Google+
Leggi altri articoli di Serena Brini

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Vota:

Devi rifare il tuo pavimento?


Ricevi fino a 5 preventivi GRATIS

Hai un'azienda?
Registrati ora per trovare nuovi clienti

GRATIS e senza impegno

Ultimi preventivi richiesti

Potrebbero interessarti anche: