Consigli di irrigazione per un giardino sempre verde

Irrigare il giardino nel modo corretto è fondamentale, soprattutto in estate. Spesso si commettono errori banali che possono compromettere la salute del verde domestico, aumentando allo stesso tempo lo spreco di una risorsa preziosa come l’acqua. Ecco alcuni consigli per prenderti cura del tuo prato, risparmiando al tempo stesso energie e denaro.

Come rimediare agli errori di irrigazione più diffusi

- Scegliere l’orario giusto: soprattutto nei mesi caldi è consigliabile bagnare il prato di mattina presto, un’ora dopo l’alba.

- Evitare di innaffiare poco e spesso: quella di procedere con brevi e frequenti irrigazioni è una pratica tanto diffusa quanto dannosa. A differenza di ciò che si crede comunemente, si tratta di un sistema nocivo per il manto erboso, perché facilita lo sviluppo delle radici solo in superficie, e non in profondità. Molto meglio irrigare in abbondanza, con minimo un centimetro d’acqua, e lasciar passare almeno un giorno per consentire al prato di asciugarsi.

- Contrastare la compattazione: un terreno troppo compatto impedisce all’acqua di scendere in profondità. Attraverso il carotaggio o l’uso di un arieggiatore è possibile smuovere la terra e favorire lo sviluppo delle radici.

- Passare il rastrello dopo ogni taglio: in questo modo si previene la formazione dello strato di feltro generato dai residui vegetali. Il feltro può infatti rallentare l’assorbimento dell’acqua nel terreno e compromettere i processi di traspirazione vanificando i nostri sforzi.


Manutenzione degli impianti automatici, degli irrigatori e dei tubi

Gli impianti di irrigazione sono un’ottima soluzione per prendersi cura del verde domestico, purché siano realizzati adeguatamente. Un getto d’acqua non uniforme può infatti generare zone aride o troppo umide, compromettendo l’omogeneità del verde. Per verificare che il manto erboso riceva ovunque la stessa quantità d’acqua ti consigliamo di sistemare dei recipienti in diverse aree, così da misurare e confrontare il volume dell’acqua raccolta. È inoltre fondamentale controllare con frequenza lo stato degli irrigatori, che vanno riportati allo stesso livello e trattati periodicamente con anticalcare.

Se utilizzi tubi in gomma assicurati che siano resistenti e di buona qualità e accertati sempre di riavvolgerli e lasciarli all’ombra una volta finito di innaffiare. Non trascinare il tubo sul prato e assicura al getto d’acqua una pressione bassa e costante. Hai difficoltà con la cura del verde fai da te? Niente paura, grazie alle ultime tecnologie un giardino perfetto tutto l’anno è un sogno possibile. Le moderne centraline di irrigazione sono in grado di gestire autonomamente tutto il processo, basta rivolgersi a un professionista qualificato per progettare un sistema personalizzato e tarato sulle tue esigenze.

Teresa Miranda

Responsabile Marketing di Preventivofacile.it, adoro cucinare, leggere e ascoltare ogni tipo di musica. Dopo una formazione in campo economico, mi sono appassionata al web e alle strategie di marketing online. Nel blog di PreventivoFacile scrivo articoli e guide su come vivere al meglio la propria casa, soffermandomi in particolar modo sui servizi utili per gli utenti e sugli incentivi che imprese e cittadini possono utilizzare per risparmiare.

Segui Teresa Miranda su Google+
Leggi altri articoli di Teresa Miranda

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Vota:

Vuoi rinnovare il tuo giardino?


Ricevi fino a 5 preventivi GRATIS

Hai un'azienda?
Registrati ora per trovare nuovi clienti

GRATIS e senza impegno

Ultimi preventivi richiesti

Potrebbero interessarti anche: