Blocco coclea stufa a pellet: da cosa dipende e come intervenire

Cosa fare se si verifica un blocco della coclea della stufa a pellet? Ve lo spieghiamo con questa semplice guida!

Problemi coclea nelle stufe a pellet

Il pellet è un combustibile ecologico, ricavato dalla lavorazione della segatura che viene essiccata e successivamente pressata unendo la lignina, sostanza naturale, per ottenere delle piccole forme cilindriche.
L'utilizzo del pellet nel riscaldamento avviene adoperando delle apposite stufe, studiate per consentire a questo combustibile ecologico di generare energia termica.
All’interno delle stufe a pellet troviamo la coclea: osservandola, assomiglia ad una vite senza fine le cui spire raccolgono il pellet trasportandolo dal serbatoio al focolare. Grazie a questo elemento della stufa, quindi, il combustibile viene bruciato generando calore ed è la stessa coclea a dosare il quantitativo. Può avvenire che, per un malfunzionamento della coclea, la stufa non generi il calore richiesto, oppure vi sia un abbassamento della temperatura o difficoltà nell’espulsione dei fumi.
 

Principali cause del blocco della coclea 

Le cause del blocco della coclea della stufa a pellet possono essere:
  • Presenza di corpi estranei nel serbatoio del pellet. Ad esempio, la presenza di elementi in metallo come viti o chiodi caduti accidentalmente assieme al combustibile.
  • Il pellet ha una bassa densità ed avviene un momentaneo svuotamento del crogiolo, oppure il pellet adoperato non è corretto e possono crearsi dei vuoti.
  • La coclea non ruota e non trasporta il pellet dal serbatoio al focolare: è ovvio, quindi, che la stufa non potrà generare alcuna energia termica e non riscalderà l'ambiente.

 

Come intervenire per problemi della coclea

Ricapitolando, la coclea della stufa a pellet svolge il ruolo di trasporto e dosaggio del pellet, il suo cattivo funzionamento comporterà conseguenze quali la mancanza di erogazione di energia termica, abbassamento della temperatura, oppure problemi dell’espulsione dei fumi.
 
Come osservato, i problemi possono essere la presenza di corpi estranei, la densità errata del pellet oppure la mancata rotazione della coclea.
 
Nel primo e secondo caso se riscontriamo che il crogiolo non brucia il combustibile, si dovrà innanzitutto staccare la pina, togliere la tutela interna per la mani, liberare il serbatoio dal pellet presente, verificare che non vi siano corpi estranei e poi procedere a rimontare e riavviare l’apparecchio. Questa procedura va eseguita, dunque, quando il combustibile non arriva al focolare, oppure il fuoco si spegne e la stufa avverte con l’apposito allarme il malfunzionamento.
 
Nel terzo caso, la coclea non assolve al proprio compito, non trasporta il pellet e non avviene alcuna combustione e quindi nessuna erogazione di energia termica. Ciò può dipendere dalla presenza eventuale di qualche corpo estraneo che possa bloccare la rotazione della coclea, oppure che la scheda principale sia danneggiata.
 
In ogni caso, la cosa migliore da fare è richiedere l’intervento di un tecnico che verificherà gli elementi del dispositivo, soprattutto quelle parti che non possono venire controllate da chi non possiede la giusta competenza tecnica.

Teresa Miranda

Responsabile Marketing di Preventivofacile.it, adoro cucinare, leggere e ascoltare ogni tipo di musica. Dopo una formazione in campo economico, mi sono appassionata al web e alle strategie di marketing online. Nel blog di PreventivoFacile scrivo articoli e guide su come vivere al meglio la propria casa, soffermandomi in particolar modo sui servizi utili per gli utenti e sugli incentivi che imprese e cittadini possono utilizzare per risparmiare.

Segui Teresa Miranda su Google+
Leggi altri articoli di Teresa Miranda

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Vota:

Hai bisogno di aiuto per la tua stufa a pellet?


Ricevi fino a 5 preventivi GRATIS

Hai un'azienda?
Registrati ora per trovare nuovi clienti

GRATIS e senza impegno

Ultimi preventivi richiesti

Potrebbero interessarti anche: