Scegliere la cameretta per ragazze

Le bambine crescono, cambiano le esigenze, gli stili e gli spazi. Diciamolo subito: scegliere la cameretta per ragazze non è un compito facile, ma non per questo non può trasformarsi in un momento di divertimento da trascorrere insieme alle vostre figlie.

La camera da letto è un luogo personale, intimo e multifunzionale. Dovrà accoglierle, proteggerle e al tempo stesso farle sentire trendy e al passo con la moda. Le possibilità di scelta sono tantissime e in grado di assecondare qualsiasi gusto.

Ecco qualche linea-guida che ci auguriamo sia utile per la scelta della camera per le vostre ragazze.

  1. Prima regola da seguire: “non fate di testa vostra”. La camera deve rispecchiare, prima di tutto i gusti personali delle vostre figlie. Potete consigliarle nella scelta, certamente, ma lasciate che la stanza esprima la loro personalità e non la vostra! È un errore comune, non abbattetevi: l’importante è che le vostre figlie siano lasciate libere di esprimere se stesse. Il risultato finale sarà una camera che vostra figlia amerà davvero.
  2. Stile. La scelta è talmente ampia da assecondare qualsiasi gusto: dalle camere classiche e dalle linee tradizionali, alle camere moderne dalle linee sobrie, alle camere etniche, alle soluzioni più originali e particolari che prevedono letti sospesi o a scomparsa. Il risultato desiderato dipende da tanti fattori, tra i quali, non meno importante, lo spazio a disposizione.
  3. Colore. La scelta del colore delle pareti, dell’arredo e degli accessori deve essere coerente, al solito, con i gusti di vostra figlia. Il consiglio che vi diamo è di evitare colori troppo forti ed aggressivi (come rosso, arancione ecc): non conciliano il sonno e potrebbe essere controproducente (si rischia di dover tinteggiare la camera di nuovo dopo un mese!). Optate per colori più chiari e sobri, come lilla, nocciola o grigio perla. Se proprio, vostra figlia non può fare a meno dei colori accesi, proponetele un compromesso e provate a convincerla ad optare per sfumature più tenui, come il color mattone o il giallo limone.
  4. Arredamento. In una camera per ragazze lo specchio è essenziale e considerate che oltre ad essere complementi d’arredo sono anche un’ottima soluzione per creare un punto luce e rendere più grande la stanza.

Cercate di optare per soluzioni modulari o scomponibili e salva spazio: nel momento in cui vostra figlia decidesse di “rivoluzionare” la stanza, potrà farlo a “costo zero”.

  1. Spazi. È importante suddividere “idealmente” gli spazi all’interno della stanza:
  • Andrà creata sicuramente un’area studio: scegliete un’ampia scrivania con cassetti, così che possa contenere tutto l’occorrente per lo studio; optate per la classica sedia da ufficio con spalliera ed altezza regolabile; infine non possono mancare una libreria e degli scaffali.
  • E dopo lo studio, il relax ed il tempo libero: la camera diventerà lo spazio dove vostra figlia ospiterà i suoi amici, quindi sbizzarritevi con sedute comode, cuscini colorati e tappeti.

Funzionalità, praticità e personalità sono la base per scegliere la camera insieme a vostra figlia.

Serena Brini

Amo viaggiare in posti poco conosciuti, andare al mare la mattina presto ed arredare la mia casa con oggetti provenienti da diverse parti del mondo. Appassionata da sempre di web e social media marketing, adoro tutto ciò che riguarda la creatività. PreventivoFacile mi ha permesso di unire le mie grandi passioni, l’amore per la scrittura e la possibilità di diffondere i contenuti attraverso la rete. All’interno di questo blog vi darò tantissime idee creative, spunti interessanti e pratici consigli per vivere al meglio e rendere sempre più bella e confortevole la vostra casa!

Segui Serena Brini su Google+
Leggi altri articoli di Serena Brini

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Vota:

Vuoi un consiglio per arredare la tua camera?


Ricevi fino a 5 preventivi GRATIS

Hai un'azienda?
Registrati ora per trovare nuovi clienti

GRATIS e senza impegno

Ultimi preventivi richiesti

Potrebbero interessarti anche: