Opere incompiute: una svolta decisiva?

Finalmente una svolta decisiva per il destino delle opere pubbliche incompiute nel nostro Paese. Recentemente è stato raggiunto un accordo tra il MIT (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) e il MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) con l'obiettivo dichiarato di promuovere progetti di riqualificazione urbana dei quartieri periferici.

Sembrerebbe esserci finalmente una svolta decisiva per il destino delle opere pubbliche incompiute nel nostro Paese.

Questo perché recentemente è stato raggiunto un accordo tra il MIT (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) e il MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) con questo fine.

L'obiettivo dichiarato è quello di promuovere progetti di riqualificazione urbana dei quartieri periferici.

Come verrà attuato questo piano? Scopriamolo insieme.

La svolta per le opere incompiute

Per raggiungere l'importante obiettivo di dare una nuova vita alle opere pubbliche incompiute, si dovrà verificare la possibilità di recuperare alcune di esse tra quelle presenti nell’anagrafe apposita destinandole anche ad usi diversi da quelli originariamente previsti, purché compatibili e conformi alle normative vigenti. Tutto ciò, a patto che si possa realizzare il recupero con i fondi a disposizione.

Dove si potranno recuperare le risorse da investire?

L'accordo prevede di attingere dal fondo istituito nello stato di previsione del Mef per assicurare il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese. Tra i vari progetti coinvolti, infatti, sono previsti quelli relativi alla riqualificazione urbana e per la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia.

L’accordo rappresenta un punto di incontro delle azioni portate avanti sia dal Mibac che dal Mit per promuovere, attraverso la realizzazione di progetti ad hoc, interventi di riqualificazione urbanistica estesi ad un più ampio contesto di sviluppo sostenibile nei quartieri periferici in cui si trovano queste opere.

Il MIT, in particolare, metterà a disposizione i dati e le informazioni presenti nella banca dati del Sistema Informativo di Monitoraggio delle Opere Incompiute (SIMOI) e fornirà il supporto al MIBAC, tramite le competenti Strutture ministeriali, qualora si rendessero necessari ulteriori approfondimenti.

Serena Brini

Amo viaggiare in posti poco conosciuti, andare al mare la mattina presto ed arredare la mia casa con oggetti provenienti da diverse parti del mondo. Appassionata da sempre di web e social media marketing, adoro tutto ciò che riguarda la creatività. PreventivoFacile mi ha permesso di unire le mie grandi passioni, l’amore per la scrittura e la possibilità di diffondere i contenuti attraverso la rete. All’interno di questo blog vi darò tantissime idee creative, spunti interessanti e pratici consigli per vivere al meglio e rendere sempre più bella e confortevole la vostra casa!

Segui Serena Brini su Google+
Leggi altri articoli di Serena Brini

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Vota:

Vuoi un preventivo?
Inizia adesso!


Ricevi fino a 5 preventivi GRATIS

Hai un'azienda?
Registrati ora per trovare nuovi clienti

Ultimi preventivi richiesti

Potrebbero interessarti anche: