Manutenzione e pulizia del Parquet

Nello scorso articolo, per la rassegna de “La rubrica del pavimento”, avete avuto modo di scoprire qualcosa di più sul parquet, sulle sue tipologie e sulle sue peculiari caratteristiche.

I motivi che spingono le persone a posare un rivestimento in legno per il proprio pavimento sono legati principalmente alla ricerca di materiali naturali in grado di conferire all’ambiente un’atmosfera calda, raffinata e, alle persone, sensazioni tattili davvero piacevoli. La scelta del parquet comporta però la consapevolezza del fatto che, per quanto possa essere un materiale resistente alla maggior parte dei fenomeni usuranti, necessita comunque di una serie di accorgimenti importanti ed indispensabili proprio per garantirne la bellezza e la durata nel tempo. Ecco perché oggi, parleremo di come mantenere, pulire e curare un pavimento in legno e in parquet.

Essendo un materiale “vivo”, il parquet risente molto degli sbalzi di temperatura e di umidità. Per questo motivo è importante cercare di mantenere la temperatura tra i 15° e i 22° e l’umidità dell’aria dell’ambiente in cui è inserito tra il 45% e il 65%. Infatti, dovete sapere che il legno tende a gonfiarsi con l’aria umida e a ritirarsi con l’aria secca creando spaccature o fenditure. Se riuscirete a tenere sotto controllo temperatura e umidità, eviterete l’insorgere di questi spiacevoli e fastidiosi problemi.

Ricordate che è importante effettuare con regolarità la pulizia del parquet sia per motivi igienici (ricordatevi che il legno è un materiale poroso in grado di trattenere polvere e sporcizia) sia per garantirne la durata. Quindi, la prima operazione da eseguire nella pulizia periodica è togliere la polvere dalla superficie del pavimento: potete utilizzare tranquillamente la scopa con setole morbide, o panni cattura polvere, ma l’ideale sarebbe passare l’aspirapolvere con spazzola adatta alla pulizia del parquet. Cercate di fare questa operazione il più frequentemente possibile, in quanto la presenza di sporco (polvere, sassolini, sporcizia ecc) accelera l’effetto di abrasione delle finiture e conseguentemente il degrado del materiale stesso.

Fate attenzione anche alla fase del lavaggio vero e proprio. Non utilizzate vaporelle o robot lavapavimento, in quanto le temperature elevate raggiunte potrebbero rovinare le finiture e la troppa acqua usata, penetra nel legno con il rischio di rovinarlo. Quindi, il classico spazzolone e panno rimangono la soluzione migliore.

Ecco qualche consiglio:

  1. Ricordatevi di limitare l’utilizzo dell’acqua (tiepida ovviamente) e di diluire la quantità giusta di detergente. Sulle etichette sono riportate tutte le indicazioni utili.
  2. Nella scelta del detergente, evitate prodotti aggressivi, con ammoniaca, abrasivi o al silicone perché potrebbero andare a corrodere il legno, intaccandone la naturale brillantezza, rendendolo opaco o addirittura alterandone la colorazione; assolutamente da evitare anche i prodotti particolarmente schiumogeni, poiché richiederebbero un uso eccessivo di acqua per essere rimossi.

In commercio ne potete trovare molti, come i prodotti della linea Nuncas come Winto Parquet, dell’azienda Listone Giordano, la linea Emulsio Parquet, Brief, LysoForm e tanti altri.

  1. Sembrerà una banalità ricordarlo, ma, è meglio ribadirlo, il panno che andrete ad utilizzare per lavare il pavimento deve essere morbido, umido e molto ben strizzato.
  2. Quando passate il panno, cercate di fare dei movimenti che seguano le venature del legno: l’effetto finale sarà migliore.

Infine, altro passaggio necessario per la manutenzione ordinaria del parquet è la lucidatura del legno.
Assicuratevi che il pavimento sia completamente asciutto e utilizzate uno straccio di cotone che va passato seguendo le venature del legno.

Quanto alla manutenzione straordinaria, dipende dall’uso più o meno intenso che si fa della superficie e dalle rifiniture del parquet stesso (vedere la tipologia di parquet: è cerato? Verniciato? Grezzo?). Il consiglio è di valutare il tutto con l’aiuto di tecnici ed operatori qualificati.

Serena Brini

Amo viaggiare in posti poco conosciuti, andare al mare la mattina presto ed arredare la mia casa con oggetti provenienti da diverse parti del mondo. Appassionata da sempre di web e social media marketing, adoro tutto ciò che riguarda la creatività. PreventivoFacile mi ha permesso di unire le mie grandi passioni, l’amore per la scrittura e la possibilità di diffondere i contenuti attraverso la rete. All’interno di questo blog vi darò tantissime idee creative, spunti interessanti e pratici consigli per vivere al meglio e rendere sempre più bella e confortevole la vostra casa!

Segui Serena Brini su Google+
Leggi altri articoli di Serena Brini

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Vota:

Vuoi un preventivo?
Inizia adesso!


Ricevi fino a 5 preventivi GRATIS

Hai un'azienda?
Registrati ora per trovare nuovi clienti

GRATIS e senza impegno

Ultimi preventivi richiesti

Potrebbero interessarti anche: